Come esercitarsi senza batteria: consigli e idee

Come esercitarsi senza batteria: consigli e idee

Uno dei maggiori problemi per gli appassionati di batteria è quello relativo alla difficile possibilità di eseguire i propri esercizi con regolarità quando si è fuori trattandosi di uno strumento troppo ingombrante per essere trasportato. Esistono però degli accorgimenti che permettono di non perdere la mano e continuare con i propri allenamenti in maniera costante affidandosi a soluzioni che non prevedano il trasporto del kit completo. In questo articolo andremo a prendere in considerazione 7 modi alternativi.

LEGGI ANCHE >>> LE BATTERIE ELETTRONICHE ECONOMICHE PER INIZIARE

1. Utilizzare un Pad

Il Pad per allenamento è la scelta maggiormente utilizzata dagli appassionati di batteria. Lo strumento, piccolo e facilmente trasportabile, è acquistabile sia nei negozi di musica che online con estrema facilità. I prezzi variano a seconda della qualità del prodotto e dalla completezza ma se ne possono trovare anche a partire da circa 15 euro. Il Pad può essere inserito facilmente all’interno di uno zaino, dandovi la possibilità di esercitarvi in qualunque posto vi troviate insieme alla vostre bacchette.

2. Esercizi con un cuscino

Non sono pochi gli insegnanti di batteria che consigliano di utilizzare un cuscino per esercitarsi in assenza del kit completo. Il tutto ovviamente con le dovute accortezze. La nota positiva dei cuscini è che non danno il rimbalzo che si può riscontrare utilizzando un pad, simulando in maniera più realistica la reazione del tom da pavimento. C’è però da notare che i muscoli delle braccia vanno facilmente sotto stress con l’utilizzo di un cuscino ed è più semplice incorrere in piccoli infortuni o mettersi a rischio tendinite. Bisogna quindi fare particolare attenzione e fermarsi non appena si avvertono i primi dolori.

3. Muovere le bacchette

Può accadere di voler ripassare i propri pezzi in momenti in cui non c’è la possibilità di avere a disposizione alcun tipo di strumento per l’allenamento. Quello che possiamo consigliarvi è cercare di ripetere i movimenti per abituare le braccia ai gesti da compiere. La memoria muscolare vi faciliterà poi quando vi troverete di fronte al vostro kit completo avendo ripetuto già in precedenza i movimenti. Si tratta di un tipo di esercizio da poter svolgere anche in mancanza delle proprie bacchette.

4. Freedrum e Aerodrums, i metodi virtuali

Negli ultimi tempi stanno prendendo sempre più piede i metodi virtuali che permettono di allenarsi in maniera realistica senza il bisogno di avere l’intero strumento davanti. Il Freedrum è un dispositivo che può essere attaccato alle proprie bacchette e che riconosce i movimenti. Compatibile sia con Android che con iOS, vi dà l’opportunità di ascoltare la vostra batteria tramite il dispositivo collegato. Molto utilizzato anche Aerodrums che ha bisogno però di un’attrezzatura più ampia per poter sostenere l’allenamento.

5. Set di batteria elettrica

Sempre più persone, per questioni di rumore, si stanno affidando a batterie elettriche per tenersi sempre in allenamento con il proprio strumento preferito. Vero però che una batteria elettrica completa non è meno ingombrante di una classica. Proprio per questo motivo in commercio si trovano dei set di dimensioni ridotte che permettono di svolgere gli esercizi andando ad occupare uno spazio ridotto e senza emettere forti rumori. Questi kit sono facilmente reperibili in negozi di musica o online.

LEGGI ANCHE >>> LE MIGLIORI CUFFIE PER BATTERIA ELETTRONICA

6. Battere i piedi sul pavimento

Non solo le braccia vanno esercitate, ma chiaramente bisogna tener allenati anche i movimenti con i piedi che sono fondamentali per tenere il ritmo con i pedali. In assenza della propria batteria completa, ci si può esercitare semplicemente battendo i piedi sul pavimento. Il tutto abbinato tenendo il tempo con gli strumenti a disposizione o ascoltando la canzone da ripassare al momento.

7. Utilizzo del metronomo

Uno dei migliori amici di un buon batterista è, o almeno dovrebbe essere, il metronomo. Lo strumento dà l’opportunità di tenere il tempo ed esercitarsi con qualsiasi oggetto si abbia a disposizione. Il modo migliore è partire con un ritmo molto lento per poi aumentarlo. Accenderlo e spegnerlo durante i propri allenamenti può servire per capire se si sta tenendo il giusto ritmo. Esercitarsi con un ritmo lento può essere anche più difficile dovendo essere il più precisi possibile nel rispettare i tempi.

LEGGI ANCHE >>> COME SCEGLIERE LA BATTERIA ELETTRONICA

Ogni momento è quindi buono per tenere viva la propria passione ed allenarsi anche quando non si ha a disposizione la batteria e, in alcuni casi, nessun oggetto sul quale battere le proprie bacchette. Le alternative come visto non mancano, a noi non resta che augurarvi buon divertimento.

Condividi