Batteria elettronica vs acustica: come scegliere?

Batteria elettronica vs acustica: come scegliere?

Sei in procinto di acquistare la tua prima batteria ma non sai quale scegliere? Forse ti stai chiedendo quale è la batteria migliore tra acustica ed elettronica? Come in ogni confronto non c’è una risposta uguale per tutti, infatti molto dipende dall’uso che ne dovrai fare e da cosa ti serve effettivamente. In questa guida potrai scoprire come effettuare la scelta migliore in base alle tue necessità.


Miglioramento dei tamburi elettronici


La prima cosa da dire è che la batteria elettronica ha fatto davvero molta strada di recente è ancora in via di miglioramento. Uno dei motivi è dovuto molto probabilmente al fatto che il brevetto statunitense di Roland per pads, che utilizza testine mesh, coni trigger, zone testa, cerchio, rilevamento posizionale e altre caratteristiche, è scaduto a luglio 2017.Questo brevetto in realtà potrebbe aver ostacolato lo sviluppo e la popolarità della batteria elettronica: Roland ha effettivamente avuto il monopolio degli eDrums della mesh testata. 

Fino a poco tempo fa, gli eDrums non Roland basati su teste di maglie erano un’industria artigianale, che ruotava principalmente attorno alle piccole imprese e ai costruttori fai-da-te. Questo è sicuramente un percorso raccomandabile da scegliere per risparmiare e produrre qualcosa di migliore nei kit di fascia media.

Prezzo: cosa prendere in considerazione


Ovviamente, al momento dell’acquisto la prima cosa da prendere in considerazione è il budget che si ha a disposizione. Bisogna tenere presente che una batteria ad un prezzo basso non è sinonimo di convenienza. Con 2.200 € si riesce ad acquistare un modulo di batteria decente, piatti di qualità e un kit acustico convertito con testine a maglie e grilletti interni, oltre a una copia di SuperiorDrummer o un software simile.

Potrebbe servire anche una somma che si aggira tra i 200 e i 300 € per andare a trattare acusticamente la stanza in cui avrai inserito il tuo kit. Inoltre, per ottenere tutte le funzionalità di registrazione di un kit elettronico, occorrerà  spendere altri 300-350 € per un set di microfoni a batteria e supporti e un mixer a 8 canali . E’ possibile ottenere un kit acustico più economico e magari risparmiare 250-450 €, anche se probabilmente non è opportuno  lesinare sui piatti poiché quelli di fascia bassa tendono a sembrare notevolmente peggiori. Comunque, la cosa più importante da prendere in considerazione sul prezzo è che il suono di un kit acustico suona molto meglio di un kit elettronico dello stesso prezzo, quindi sicuramente per chi ha un budget limitato, la batteria acustica è l’unica strada da percorrere.

Concerti: cosa è meglio usare dal vivo

La batteria elettronica si sta sicuramente facendo strada nella musica dal vivo. I kit ibridi stanno diventando più popolari, in particolare per i batteristi che cercano di utilizzare i campioni e i suoni esatti utilizzati per la registrazione di una particolare traccia.

Un kit elettronico deve essere calibrato con un programma da pc per una buona resa. Se si desidera utilizzare ugualmente l’elettronica, con una spesa in più si può utilizzare un modulo o campionatore di batteria che semplificheranno le cose sul palco.

Registrazione domestica: alcuni accorgimenti utili

Un’altra cosa da considerare è la registrazione a casa. Registrare cover e pezzi di batteria per Youtube o Instagram è la  tendenza del momento, oltre ad essere un ottimo modo per esercitarsi e guardarsi mentre si suona. In questo modo si potrà vedere più facilmente quali aspetti migliorare.

Tuttavia, ottenere un buon suono di batteria registrato da un kit acustico è molto difficile. Un kit può suonare bene dal vivo ma può sembrare terribile attraverso un microfono. Il problema è dovuto all’acustica della stanza, rendendo quindi necessario insonorizzare la stanza ed investire in microfoni e mixer adatti. Inoltre, è necessario acquisire una conoscenza di base dell’ingegneria del suono per ottenere una buona qualità acustica.

Se stai cercando qualcosa di più semplice e immediato, allora l’ideale è una batteria elettronica abbinata ad una app per campionatore di batteria VST. Questo rende molto facile produrre rapidamente cover per batteria e video Instagram con una qualità audio eccezionale!

L’uso del software SuperiorDrummer non è limitata ai musicisti che suonano per il web. Anzi è uno strumento utile anche per registrare un album dal suono professionale, questo perché si ha il vantaggio che le tracce di batteria possono essere modificate, equalizzate e mixate. Questi strumenti, sebbene siano eccessivi per la pratica della batteria a casa, aiutano davvero a rendere il suono molto più autentico rispetto ai suoni robotici che si ottengono con la maggior parte dei moduli di batteria.

Il software di batteria VST ti dà accesso a dei suoni di batteria migliori della maggior parte delle batterie, tranne ovviamente ai moduli più costosi. E se fai parte di in una band, i druminstrument VST sono un modo molto più semplice per ottenere un sounding mix professionale per un demo o anche un disco commerciale. Già nel 2012, MusicRadar ha spiegato come questi studi virtuali di batteria stessero cambiando il modo in cui la musica veniva prodotta.

Adattamento di kit acustici per esercizi a basso volume


Il suono può anche essere influenzato dal luogo dove si stai suonando e dallo scopo per cui si suona. La riproduzione di un kit acustico a casa è poco pratica per molti a causa del rumore eccessivo. Sul mercato sono presenti numerose sordine per il tamburo di gomma, piatti a basso volume e persino testine a maglie progettate specificamente per tamburi acustici, per trasformarli in uno strumento di allenamento più silenzioso.

Tuttavia, usando uno di questi strumenti per rendere più silenziosa la propria batteria acustica, l’esperienza di suono diventa praticamente identica a quella di un kit elettronico. Perché ascoltare un suono senza vita prodotto dall’uso delle testate in mesh o una sordina in gomma quando si potrebbero ascoltare suoni di batteria reali attraverso le cuffie?

Sì, non è al 100% come suonare un kit acustico, ma se la scelta è tra avere uno strumento di pratica relativamente preciso e il non esercitarsi affatto a causa del rumore. A questo punto risulterebbe molto più vantaggioso un kit elettronico. Comunque quando il rumore non risulta un problema, i tamburi acustici rappresentano un’opzione migliore per il suono reale che riproduce.

Qualità del suono vs praticità

Il primo fattore quando si decide tra batteria acustica o batteria elettronica è la suonabilità. Le batterie elettroniche, a parità di prezzo con le acustiche, offrono una sensazione irrealistica a causa dei piccoli rilievi di gomma. Tuttavia, spendendo un po’ di più, un tamburo elettronico può avvicinarsi molto ad una sensazione reale. Innanzitutto, i pad di dimensioni più grandi contribuiscono sicuramente a rendere l’esperienza molto più simile a una vera batteria, poiché l’ergonomia è quasi la stessa. In secondo luogo, un cervello di batteria migliore si attiva in modo più accurato e man mano che si sale con il prezzo, le funzioni più avanzate come il rilevamento posizionale aiutano a far reagire il tamburo come un kit acustico.

Conclusioni: cosa scegliere

Come abbiamo visto ci sono dei pro edei contro sia per la batteria acustica che per l’elettronica. Li riassumiamo qui per facilitarti la scelta:

Batteria elettronica

  • Per avere un buon risultato dalla batteria elettronica, è necessario spendere abbastanza per ottenere un kit con batteria e piatti sufficientemente grandi, oltre a un modulo di batteria di qualità e / o software di campionamento, il tutto può costare circa €2.200 o più. Questo kit è il migliore per:
  • Suonare a casa doveil rumore di un kit acustico sarebbe un problema.
  • Registrarerapidamente e comodamentevideo Instagram / YouTube.
  • Registrare tracce di batteria di alta qualità per la tua band (utilizzando SuperiorDrummer, AddictiveDrums o software simile).

Batteria acustica

  • Nel frattempo i tamburi acustici sono generalmente i migliori per:
  • Esibirsi dal vivo.
  • Esercitarsi quando non ci sono limiti di rumore.
  • Batteristi con un budget limitato (come unica opzione reale).
  • Principianti ancora da imparare tecnica corretta.

Se stai scegliendo tra i due, fatti guidare dalle tue esigenze principali. Ad esempio, se possiedi già un kit acustico, un kit elettronico potrebbe essere un’aggiunta conveniente per te come strumento di esercitazione. Se invece possiedi già un kit elettronico, avere anche un kit acustico potrebbe esserti utile per le esibizioni dal vivo.

Condividi