Imparare a suonare la batteria: 9 consigli da professionisti

Imparare a suonare la batteria: 9 consigli da professionisti

Sei appassionato di batteria? Forse sono già alcuni anni che la suoni e hai raggiunto un discreto livello, ma ogni volta che ascolti i grandi della musica ti chiedi quali siano i loro segreti e se riuscirai mai a raggiungere livelli così elevati. Ecco una buona notizia per te! In questa guida abbiamo raccolto 9 consigli di professionisti che ti aiuteranno nel tuo percorso.

  • Studia te stesso
    Josh Dun

    “Vorrei arrivare agli spettacoli e poi tornare a casa a suonare la batteria cercando di migliorare. Preparerei una telecamera mentre suono per vedermi e capire come posso migliorare. Mi guarderei suonare e direi “Non va bene” o “Penso di poter fare qualcosa di un po’più eccitante”, perché quello che sento nella mia testa è diverso rispetto a come si presenta davvero. Anche adesso, vado su YouTube e guardo le nostre esibizioni con occhio critico verso me stesso. “

Hai mai guardato una tua esibizione? Come ha raccontato Josh in un’intervista del 2017, l’auto-critica è stata e continua ad essere un passo importante nei suoi progressi come batterista e showman. Se non riesci a valutarti, invita un amico o una persona cara a darti consigli su come migliorare. Forse non sarà piacevole sentire qualcuno che ti dice cosa non va, ma può aiutarti a capire i tuoi punti deboli attuali e come puoi migliorarti come artista.

  • Creare una routine di allenamento funzionale
    Kenny Aronoff
    “Penso sempre:”Su cosa devo lavorare adesso?” – Occuparmi prima degli affari ha ristretto il tempo giornaliero che posso dedicare al mio allenamento fino a 20 o 30 minuti. C’è sempre quel 3% che puoi perdere se non ti eserciti ogni giorno. A volte lo faccio tre volte al giorno: al mattino presto, prima di uno spettacolo, se sono in tour, a volte prima di andare a letto, in modo che sono già scaldato quando mi sveglio la mattina.”

Vi siete mai chiesti che aspetto abbia la routine quotidiana dell’autore e icona del settore Kenny Aronoff? L’allenamento di Kenny, si basa sul suo esercizio di 13 HandPatterns, è una serie di passaggi che segue ogni giorno per rimanere agile e riscaldarsi prima di uno spettacolo. Se vuoi mantenere i tuoi progressi dentro e fuori stagione, segui le istruzioni di Kenny o costruisci la tua routine basandoti su ciò che necessita di miglioramenti. Rendilo abbastanza impegnativo ma interessante in modo da poterlo eseguire ogni giorno.

  • Infrangi i tuoi limiti strumentali
    Stewart Copeland 
    “La musica è un mondo vasto, non si limita al tuo strumento. Non sei un chitarrista, sei un musicista. Non sei un batterista, sei un musicista. Non sei un cantante, sei un musicista. Esorto tutti i miei amici del rock ‘n’ roll: ‘Guardate quell’altro testo di musica, non è scienza missilistica’ “.

All’interno di ogni batterista c’è l’anima di un creatore e il cuore di un compositore, che suoni o meno altri strumenti. Se la tua creatività si è soffocata dietro un singolo strumento, non aver paura di cambiare per un po’. Lasciati andare a un pianoforte o prendi una chitarra, impara la teoria musicale di base. Qualsiasi abilità che riesci ad acquisire al di fuori dei strumenti che usi di solito avrà un impatto positivo su di te, avrai una nuova sensibilità e apprezzamento per la musica, e forse ti aiuterà per iniziare un nuovo progetto.

  • Diversifica il tuo genere musicale
    Vinnie Colaiuta 
    “Durante i miei anni educativi e formativi, ho ascoltato tutto. Quando ci sono generi di musica che non conosco bene, li ascolto e provo a immergermi completamente nel genere. Penso che se riesci ad entrare nel concetto di un genere e ad aprirti a ciò che quella musica ti sta dicendo, allora le altre cose seguiranno “.

Sapresti trovare un batterista più vario musicalmente rispetto a Vinnie Colaiuta? Dalle esibizioni e dalle interviste, è chiaro che quest’artista ha un apprezzamento e una comprensione della batteria che va oltre ritmi e schemi. Questo si fonda sull’amore di Vinnie per un’ampia gamma di stili musicali, un amore che continua a crescere con i progetti che sceglie di affrontare. Se vuoi diversificarti studia generi al di fuori di quelli che già conosci. 

  • Abbandona la traccia di click
    Craig Anderton 
    “Per molta musica pop attuale, quando guardi la traccia del tempo è solo una linea piatta … questo a causa dell’utilizzo della traccia di click. Non sempre è una cosa negativa il suo utilizzo ma le canzoni senza questa traccia hanno variazioni di tempo che possono aiutare una canzone a respirare. “

Le tracce di click (metronomi) hanno probabilmente aiutato molto il processo di registrazione, rafforzando le prestazioni e unendo le modifiche del montaggio. Ma ciò che un impulso statico non riesce a ricreare è la spinta naturale di come un batterista interpreta una canzone. Quindi come ricrearla? Prova a registrare dal vivo senza traccia click, oppure, costruisci una mappa del tempo basata sulle esibizioni dal vivo del batterista.

  • Impara a leggere la musica
    Steve Ferrone 
    “Ci sono alcune persone che credono non sia necessario dover imparare a leggere la musica. E poi ci sono altre persone che pensano che leggere la musica sia tutto. Non è neanche questo, la verità è nel mezzo. Suonare dal cuore, è quello che fai se non leggi la musica. Ma anche suonare con la testa è necessario. Nessuno dei due sono buoni da soli”.

Al GearFest 2018, Steve Ferrone ha guidato un laboratorio di batteria e ha gentilmente risposto ad alcune domande dei batteristi in mezzo alla folla. Una delle sue risposte più sorprendenti riguardava l’importanza della lettura della musica, un’abilità che Ferrone sviluppò all’età di 21 anni. Imparare a leggere la musica non solo aumenterà il tuo valore come batterista, ma aprirà anche un nuovo mondo di ispirazione e apprezzamento musicale.

  • Costruisci il tuo vocabolario drumming
    “Mike Johnston
    “Sto pensando a questi modelli come piccole lettere con cui sto costruendo il mio vocabolario. Quindi forse la lettera A sarebbe lunga sei note e qualcosa come “calcio, calcio, destra, sinistra, destra, sinistra”. E la lettera B potrebbe essere qualcosa come “calcio, a destra, a sinistra, calcio, a destra, a sinistra”. Una volta padroneggiate queste due lettere, A e B, puoi iniziare a metterle insieme. Se servono quattro lettere per riempire una misura, molto probabile andrò con ‘AABA.’ “

I rudimenti formano gli elementi costitutivi di frasi musicali comuni e forniscono una cornice di riferimento per comunicare idee con altri batteristi. Ma per quanto riguarda i modelli che non rientrano nell’ambito dei rudimenti? Per questi, Mike consiglia di creare dei modelli e usarli per costruire frasi musicali sempre più complesse. Inizia a fare l’inventario dei tuoi schemi musicali più usati e, prova a metterli insieme in ordini diversi per poter suonare pezzi sempre più complessi.

  • Suona con altri musicisti il ​​più possibile
    Jordan West
    “Mentre è importante praticare le tecniche e i modelli da soli, è essenziale imparare ad ascoltare e entrare in contatto con altri musicisti. Suona con altre persone ogni volta che puoi. Trova chi ti ispira o ti sprona e vai avanti. Quando ho iniziato a suonare la batteria, ho preso tutti i dischi di James Brown che ho trovato e li ho riprodotti tutti. Ho imparato tanto sul groove e sulla messa a fuoco semplicemente suonando con Clyde Stubblefield (il batterista di Brown). Suonare con gli altri o con i dischi è anche una grande cosa da fare se sei bloccato in un solco: ti aiuta ad aprire le orecchie e ti dà nuove idee da provare”.

Se dovessi mai ritrovarti arso o bruciato nella tua crescita, Jordan raccomanda un cambio di scenario. Partecipa a un concerto, inizia una cover band o impara un nuovo album da cima a fondo. Uscire dal tuo stile abituale e impararne di nuovi con altre tecniche e suonando con nuovi musicisti può potenziarti e aiutarti a scoprire un nuovo stile.

  • Sii il migliore
    Casey Cooper
    “La lezione più importante che ho imparato come batterista è che c’è sempre qualcuno migliore di te. Non prenderlo come scoraggiamento. Prendi questo come ispirazione. Alla fine della giornata, non si tratta di essere meglio delle altre persone. Si tratta di essere il meglio che tu puoi essere. “

Come sosteneva Teddy Roosevelt, “il paragone è il ladro della gioia“. Come batteristi, ognuno di noi è dotato in modo unico delle nostre capacità, talenti, punti di forza e passioni. Non restare bloccato nel cercare di migliorarti in base ai tuoi pari o alla concorrenza. Concentrati sull’essere il batterista che vorresti nella tua band e cerca sempre di sfidarti. In questo modo, proverai vera soddisfazione nel corso della tua carriera.

Se ti sforzerai di mettere in pratica questi 9 consigli sicuramente anche tu potrai avere una fiorente carriera e riuscirai a raggiungere gli alti livelli a cui ambisci.

Condividi